Gary Lucas

MUSICHE METROPOLITANE - Concerti di Musica Bella e Notturna

Gary Lucas

Definito “Il chitarrista migliore e più originale d’America” dal Rolling Stone Magazine, “Guitarist with a global guitar” dal New York Times e “Chitarrista fuoriclasse leggendario” dal The Guardian, Gary Lucas è considerato uno dei più influenti ed autorevoli chitarristi viventi. Associato alla Magic Band di Captain Beafheart ed autore di “Grace” e “Mojo Pin” di Jeff Buckley, ha colmato l’universo sonoro di Leonard Bernstein e collaborato con tra gli altri John Cale, Lou Reed, Iggy Pop e Nick Cave

Gary Lucas “il chitarrista migliore e più originale d’America” (David Fricke – Rolling Stone Magazine), torna in giugno in Italia per tre appuntamenti mozzafiato. I primi due al Moon in June Festival di Isola Maggiore (PG) in Umbria, la cornice è di quelle che restano ben impresse nella memoria, si tratta di un isola sul Lago Trasimeno, ed a curare la direzione artistica dell’evento Vinicio Capossela, col quale Gary duetterà il 21 giugno sonorizzando una sua lettura nel corso del concerto del cantautore.

Gary dividerà il palco col compagno di viaggio Alessio Franchini, la voce italiana di Jeff Buckley, il giorno 20 giugno sempre al Moon in June per il tributo a Jeff Buckley lo spettacolo “A Touch of Grace” all’interno del quale verranno reinterpretati tutti i brani dell’album capolavoro “Grace” e qualche perla aggiuntiva. Sul palco con loro i musicisti toscani Andy Paoli, Alessio Macchia e Dario Arnone, insieme a loro, un’ospite preziosa ed un autrice unica: Sara Loreni.
Il 24 giugno invece Gary sarà a Milano dove parteciperà ad un concerto evento all’Arci Ohibò, centro di gravità attorno al quale ruotano alcuni dei musicisti più à la page della città, in primis Gianluca De Rubertis (Il Genio, Studiodavoli) che ha sostenuto l’idea, sviluppandola e coinvolgendo Roberto Dell’Era (Afterhours, Dellera), Rodrigo D’Erasmo (Afterhours) e Lino Gittò. Ma siamo convinti che qualche altro amico si unirà a loro. La scaletta della serata attraverserà alcuni degli autori americani ed inglesi a cui Gary è più legato, in primis i brani che ha composto con Jeff Buckley che verranno interpretati da Alessio Franchini. Nel corso della serata sarà previsto inoltre un omaggio al nostro Paolo Conte, che Lucas adora da sempre. Il calendario è ancora aperto potrebbero esserci ulteriori appuntamenti dell’ultimo minuto, seguiteci!

I suoi vortici armonici, condensati in frenetiche escursioni atonali e aritmiche espansioni, che attingono dal country blues, sfiorano l’abisso poetico di George Gherswin, per rievocare lo stile trascendente di Robbie Basho e quello più contemplativo di John Fahey. Un concerto per tutti gli appassionati dello strumento e che i fan di Captain Beafheart e Jeff Buckley non perderanno per niente al mondo.

Un estratto del concerto al “Paradiso” di Amsterdam

Gary con Jeff Buckley

Gary con Captain Beafhart

Gary suona Grace e Mojo Pin con Alessio Franchini

“Ice Cream For Crow”

Gary con Vinicio Capossela

Gary Lucas perform Q&A